mercoledì 6 febbraio 2008

BLOGGERS FOR BURMA:UNITI PER LA BIRMANIA

BILANCI DA PARTE DI AUNG SAN SUU KYI link:http://bloggersforburma.blogspot.com/2008/02/bilanci-da-parte-di-aung-san-suu-kyi.html
HO L'ULTIMA NOTIZIA,CHE E'APPARSA IN RETE IL 31 GENNAIO,PROVENIENTE DALLA BIRMANIA(O ALMENO,E' L'ULTIMA CHE SONO RIUSCITA A SCOVARE,SE C'E' CHI SA QUALCOSA IN PIU',E'PREGATO DI AVVISARCI).CONTIENE UN BILANCIO DA PARTE DI AUNG SAN SUU KYI SUGLI INCONTRI DA LEI AVUTI COI RAPPRESENTANTI DELLA GIUNTA MILITARE AL POTERE.NON E' CONFORTANTE,NON RAPPRESENTA NEMMENO UNA NOVITA',MA DETTO DA LEI FA CERTAMENTE PIU' RUMORE,ANCHE SE LE DANNO POCA VOCE(E QUESTO RIGUARDA SI' LA DITTATURA BIRMANA,MA ANCHE L'OCCIDENTE,LE TV NOSTRE,CHE NN DANNO PU' SPAZIO ALLA BIRMANIA):LEI LA SITUAZIONE LA VIVE.VI POSTO L'ARTICOLO PER INTERO,E' BREVE MA SPIEGA TUTTO.

ASSK si è detta insoddisfatta dei colloqui con i rappresentanti della giunta
RANGOON, 30 GEN - Aung San Suu Kyi si e' detta 'insoddisfatta' degli incontri tenuti con i rappresentanti del regime militare al potere in Birmania. Lo ha riferito un portavoce della Lega nazionale per la democrazia Nyan Win alla quale la dissidente appartiene. Dopo un raro incontro tra la Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi e i leader del suo partito. Il portavoce ha detto che Aung San Suu Kyi ha poche speranze che la straordinaria pressione internazionale sui generali porti dei frutti.“ dobbiamo sperare per il meglio e prepararci per il peggio” ha dichiarato la leader birmana che è preoccupata che l’incontro di 90 minuti con i leaders del suo partito e un successivo incontro con il ministro di collegamento Aung Kyi, possano dare spunto per false speranze. Il portavoce dell’NLD Aung San Suu Kyi ha anche dichiarato che ai suoi colleghi il timore di essere presa in giro dalla giunta, un gruppo di generali che ha trasformato la rottura delle promesse in un arte, senza tener conto della umiliante sconfitta delle elezioni del 1990. in un altro segno di intransigenza della giunta, al numero due dell’NLD Tin Oo che come Aung San Suu kyi è agli arresti domiciliari dal Maggio 2003, è stato impedito di partecipare alla riunione tenutasi in una struttura del governo birmano, sotto stretta sorveglianza di guardie pesantemente armate. La polizia in questi giorni non ha smesso di arrestare i dissidenti e gli attivisti per la democrazia. Martedì ha arrestato Nay Phone Latt un politico esperto di blog, in un internet café a Rangoon.

GIA',BASTA QUESTO PER ESSERE ARRESTATI IN BIRMANIA.COSA CI VUOLE PRIMA CHE IL MONDO ADOTTI DELLE RISOLUZIONI PIU' INCISIVE?LEI DICE UNA FRASE IMPORTANTE,CHE MI HA COLPITO PARTICOLARMENTE:DOBBIAMO SPERARE PER IL MEGLIO E PREPARARCI PER IL PEGGIO............FATICO A PENSARE AD UNA SITUAZIONE PEGGIORE DI QUELLA IN CUI GIA' VIVONO........DIRE "IL PEGGIO" PUO' SIGNIFICARE ANCHE CHE DA QUESTA SITUAZIONE POTREBBERO NON USCIRNE PIU'.....EPPURE LA SPERANZA IN LEI RESTA VIVA.QUESTA DONNA HA TANTO DA INSEGNARE AL MONDO,MA IL MONDO CHE ASPETTA,NUOVI MARTIRI?PER POI FARE DELLE BELLE OMELIE,DELLE GIORNATE DEL RICORDO,E DOPO CINQUE MINUTI SCROLLARSI LE SPALLE?

2 commenti:

ArabaFenice ha detto...

è la stessa frase che ha colpito anche me. mi sento davvero impotente.

rudyguevara-simona ha detto...

lo so,viene una gran rabbia,e la consapevolezza di non poter far niente,se non cercare di ricordare sempre che quella situazione esiste,è un situazione vera,molto lontana da noi,dai teatrini della nostra politica.....lì si muore,si va in prigione,x tenere un blog,x chiedere dei diritti minimi e inoppugnabili!e il mondo che fa?mah!