mercoledì 12 marzo 2008

BLACK LIST E CANZONI UN PO' SCONCERTANTI E SCONCERTATE

SVEGLIARSI LA MATTINA,TARATTATTA',TRATTARE CON LA CINA,LALLALLALLA'.........NON SONO IMPAZZITA(O FORSE SI'),MA QUANDO LEGGERETE QUESTA NOTIZIA FORSE CAPIRETE,E MI SEGUIRETE SULLA SCIA.........
Diritti umani, per gli Stati Uniti la Cina non è più in "lista nera"SI PARLA TALVOLTA,PERLOPIU' NEI BLOG,DI BOICOTTARE LE OLIMPIADI,PROGETTO CHE SAPPIAMO BENISSIMO ESSERE SOLO UTOPICO,MA GLI USA A SORPRESA.....TADAN.......DEPENNANO LA CINA DALLA LISTA NERA DEI PAESI RESPONSABILI DELLE MAGGIORI VIOLAZIONI DEI DIRITTI UMANI!UNA CONTRADDIZIONE IN TERMINI,SE SI CONSIDERA CHE NEL RAPPORTO ANNUALE DIFFUSO DAL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO SI DICE CHE LA CINA :NEGA TUTTORA LA LIBERTA' DI BASE ED I DIRITTI CIVILI AI SUOI CITTADINI(E NN SOLO,VISTO CHE IN TIBET NN MI PARE SI COMPORTI TANTO BENE,VOI CHE DITE?),INTERFERISCE NELL'ATTIVITA' DEI MEDIA E TORTURA I PRIGIONIERI(QUI,MAGARI,GLI USA SI SENTONO AFFINI,VISTO COSA SUCCEDE A GUANTALAMO).ALLORA,POTREBBERO SPIEGARCI(ANCHE SE LA RISPOSTA GIA' LA CONOSCIAMO)COME MAI E' STATA TOLTA DALLA LISTA NERA?

LISTA CHE QUEST'ANNO COMPRENDE:
COREA DEL NORD;BIRMANIA;IRAN;SIRIA;ZIMBABWE;CUBA(MA GUARDA TE CHE STRANO!); BIELORUSSIA;UZBEKISTAN;ERITREA;SUDAN.
MIGLIORAMENTI SEGNALATI IN:MAROCCO,GHANA,MAURITANIA ED HAITI.
E LA RUSSIA,VI CHIEDERETE VOI?BEH,IL RAPPORTO DICE COSI':
" In Russia, le violazioni continuano a scavare un solco tra il governo e i suoi cittadini, afferma il rapporto: "La centralizzazione del potere nel ramo esecutivo, la corruzione e l'applicazione selettiva del rispetto della legge, una Duma passiva, le restrizioni nei confronti dei media" non fanno che peggiorare la situazione"SULLA BIRMANIA:" Male anche la Birmania per tutto il 2007, che ha amplificato il suo "comportamento già orrendo" in materia di rispetto dei diritti umani. "Durante l'anno passato, il regime ha continuato a perpetrare uccisioni extragiudiziarie e si è reso responsabile di sparizioni di persone, detenzioni arbitrarie e illimitate, stupri e torture", sostiene il documento". PAKISTAN:Gli Usa rilevano un "profondo deterioramento dei diritti umani" nel 2007 anche in Pakistan, a causa dello stato di emergenza proclamato dal presidente Pervez Musharraf con la sospensione di molte delle libertà civili".LIBANO:"i progressi nel campo della democrazia e dei diritti umani continuano a trovare ostacoli sotto forma di una campagna di violenze e assassinii e tentativi, da parte di forze appoggiate da altri Paesi, di impedire il funzionamento del governo"AFGHANISTAN:In Afghanistan la situazione continua a essere precaria "a causa delle attività omicide degli insorti, di un governo e di istituzioni deboli, della corruzione e del traffico di droga e di un conflitto in corso da oltre due decenni". E DELL'OCCUPAZIONE AMERICANA NON DICE NULLA,COME SE NN CI FOSSE.COREA DEL NORD:"il regime repressivo continua a controllare quasi tutti gli aspetti della vita dei cittadini, negando libertà di espressione, stampa, raduno e movimento". IRAN:Negativo anche il quadro dell'Iran, dove l'attuale regime "viola la libertà di espressione e di raduno e ha intensificato le sue azioni contro dissidenti, giornalisti e tutti coloro che non concordano con la politica di arresti arbitrari, detenzioni, uso eccessivo della forza". SIRIA:In Siria la situazione dei diritti umani "è peggiorata ulteriormente nel 2007", CUBA:mentre Cuba resta "sotto il controllo totalitario di Raul Castro e di Fidel Castro" e il regime "continua a negare ai suoi cittadini diritti umani e libertà di base".E DELL'EMBARGO,CHE HA SEMPRE IMPEDITO A CUBA DI CRESCERE E DI AVERE UN'ALTERNATIVA ANCHE POLITICA IN PIENA LIBERTA',NN NE VOGLIONO PARLARE?UN PO' SUPERFICIALE QUESTO RAPPORTO.E IN IRAK ,CHE NN VIENE CITATO IN QUESTA LISTA,TUTTO OK TUTTO OK?GIA',LI' CI SONO LORO,CHE HANNO PORTATO PACE E DEMOCRAZIA,CHE SCEMA!

ORA,SE NN VI DISPIACE,TORNO A CANTARE.......SVEGLIARSI LA MATTINA,TARATTATTA',TRATTARE CON LA CINA,LALLALLALLA'.....................

7 commenti:

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Sai come funzionano queste cose Rudy... le olimpiadi, il WTO, le relazioni diplomatiche, gli aiuti per il terrorismo.... ed allora si può anche chiudere un occhio, magari quello gia pesto di un prigoniero torturato e costretto a sputare sangue per aver solo pensato di volere una Cina libera.

Franca ha detto...

Forse gli USA qualche scheletro nell'armadio ce l'hanno anche loro?

ArabaFenice ha detto...

Cara Simona,
questa scelta degli Stati Uniti è intollerabile. La Cina è molto indietro sul piano dei diritti umani e sappiamo bene che ruolo ha avuto nelle tristi vicende birmane. Ma si sa, il potere economico della Cina (conquistato sulle spalle delle nostre imprese e sulle spalle di noi lavoratori in generale, visti gli effetti sull'occupazione) l'ha fatta salire nell'Olimpo degli dei giusti e insindacabili. Questa internazionale prostrazione nei confronti della Cina ha riguardato anche l'Italia. La vicenda Prodi-Dalai Lama insegna.

rudyguevara ha detto...

sono costernata come voi,ma nn meravigliata.purtroppo,oggi come oggi,mi meraviglio sempre meno.franca,probabilmente certe affinità tra governi pesano in certe scelte.nn sto dicendo che gli usa sono come la cina,ma che abbiano anche loro le loro cosucce sporche da nascondere,e nn le nascondono nemmeno tanto bene,è innegabile.e come dite anche voi,araba e daniele,l'economia vada avanti,poco importa,ai potenti,se c'è sangue in quei guadagni.......

angelo dei boschi ha detto...

sicuramente gli USA hanno qualche scheletro nell'armadio... ma secondo me tutto va ricercato nella potenza economica che è diventata la Cina. I più grandi paesi del mondo (tracui anche gli stati uniti) sono economicamente debitori verso la cina... faccio un passo indietro: quasi tutti gli stati metto in vendita i BOT o come caspita si chiamano negli altri paesi, per prendere chiaramente soldi liquidi per far girare la propria economia e la cina in passato [grazie anche allo sfruttamento delle risorse umane] ne ha acquistate di questi BOT e sono talmente tanti che se la cina decidesse di chiedere indietro i soldi, potrebbe mettere in ginocchio una superpotenza come gli stati uniti. Ecco perché ultimamaente la cina la fa da padrona un po' dappertutto, in passato i grandi capi l'hanno sottovalutata. Oltre tutto, per quanto riguarda lo sfruttamento dei dipendenti cinesi pensate a tutte quelle fabbriche aperte dalle società di mezzo mondo (anche italiane) solo perché la manodopera costa un soldo, lavorano, a turni, H24 e poi dette aziende vendono i prodotti a prezzo non di costo ma come se fosse stato realizzato nel paese d'origine... forse 4 o 5 maledetti euri in meno.
Scono sconcertato, ma al dila di questo ne comprendo i motivi e mi fa orrore tutto ciò.
Ciao gemellina, un abbraccio genuinamente socialista!

Franca ha detto...

Per lo stupore di quelli che vedono nel Paese dello Zio Sam una società che offre opportunità a tutti, è bene sapere che negli Usa non c’è indennità di malattia, indennizzo del lavoro notturno, ferie o riposo settimanale retribuito e che questo Paese, tra i 173 presi in esame, è uno dei cinque (insieme a Liberia, Suazilandia, Papua Nuova Guinea e Lesoto) che non concede il permesso per maternità.
(Anche) questa è l'America!

rudyguevara ha detto...

angelo,nn sapevo anche di questa storia dei bot cinesi!andiamo bene,nn basta che abbiano invaso il mercato con le esportazioni,ora pure le banche.un motivo in più che ha il suo peso in queste decisioni!complimenti alla lungimiranza dell'occidente!un abbraccio comunista alla che guevara,xò,nn alla russa!nè tantomeno alla cinese!franca,hai stra-ragione,il sistema americano,sia in campo sanitario che sociale,così com'è concepito,proprio nn va.è un paese che dà tante occasioni a chi è in gamba e merita,ma x le persone normali,che nn sono geniali nè particolarmente creative ed aspirano ad una normale e tranquilla esistenza,è un gran casino.io non sono antiamericana,adoro gli americani,ci ho vissuto e mi piacciono come persone,sono aperte e comunicative,e anche piene di compassione,perchè da loro se la solidarietà nn te la dà il singolo,o l'associazione privata,se lo aspetti dallo stato fai prima a crepare!io ce l'ho col loro governo,soprattutto questo!,col sistema con cui è organizzata la società.mi dirai,xò loro lo votano.sì,ma dobbiamo capire che gli americani sono un po' ingenui,questo è il loro più grosso difetto,confidano troppo nelle istituzioni,e quando capiscono che le cose nn stanno come viene detto loro,spesso è tardi.naturalmente,nn tutti sono così,le persone più"scafate"sanno benissimo come stanno le cose,si informano ed hanno una mentalità aperta,ma come in tutti i paesi,nn sono la maggioranza.comunque,ammiro molto la loro capacità di credere nel futuro,sapersi rialzare ed andare avanti.e da loro,la libertà di stampa è sicuramnte maggiore rispetto all'itaia,questo nn si può negare.un berlusconi da loro nn avrebbe possibilità di governare.il sistema per me preferibile resta sempre quello dei paesi scandinavi.nn ho dubbi in proposito,se nn si coniuga lo sviluppo economico con l'attenzione al sociale,nn si arriva da nessuna parte.quando dico che sono comunista,è ad un sistema come quello che penso.x me è questo il comunismo,ho una visione tutta mia,che passa a gesù al che senza fare distinzioni:una società giusta,dove l'economia deve crscere enn può essere fossilizzata come succedeva nelbocco comunista,ma dove si deve investiresempre e comunque x garantire a chi ha meno la possibilità di vivere in modo decoroso.e qui deve intervenire lo stato,costringendo chi ha di più a dare di più.con le tasse,nn coi mitra,ovvio!e lo stato o ti dà lavoro,se nn esiste sul settore privato,o ti dà un sussidio.e le ditte private devono essere controllate dallo stato,per garantire che i diritti vengano rispettati,sennò chiudano,passino a qualcun altro o allo stato stesso la gestione.capisco che le mie sono utopie che qui in italia nn si realizzeranno mai,ma questo sarebbe ciò che auspico.nn beccherei manco un voto ragionando così,lo so,ma tanto,mica sono un politico,sono solo una sognatrice!